Una storia di Gruppo:

Il Gruppo Bardelli, fino a fine 2021 Altaeco, viene fondato nel 1962 a Bareggio e viene trasferito nel ’65 nell’attuale sede di Vittuone in provincia di Milano. Esso attualmente conta circa 190 collaboratori tra la sede centrale e le due unità produttive di Cerrione (Biella) e Oderzo (Treviso). Le due unità produttive sono depositarie di una tradizione storica, di una competenza tecnica, di un know-how operativo e di una creatività estetica di primo piano. Il Gruppo realizza sul mercato nazionale il 40% del fatturato, mentre i mercati internazionali rappresentano oltre il 60% del fatturato totale in oltre 70 Paesi del mondo.

 

La storia del Gruppo Bardelli e delle aziende che lo compongono parte da lontano. Ancora prima della nascita della casa madre, viene fondata nel 1873 la ditta Appiani a Treviso che nel 1910 avvia la produzione di piastrelle colorate fino a quando, dopo la Seconda guerra mondiale, propone sul mercato il famoso “Gres rosso”. Ma già nel 1939 era iniziata l’attività della Gabbianelli Ceramiche d’Arte a Milano, che vedrà nel 1968 la creazione del reparto di decoro a mano.

Nel 1962, Arnaldo Bardelli fonda la Ceramica Bardelli e solo tre anni dopo è in grado di costruire lo storico stabilimento di Vittuone.

Gli anni Settanta vedono una forte competizione sul mercato tra Appiani, Gabbianelli e Bardelli, mentre lo scenario si arricchisce ancora con la fondazione di Ceramica Vogue a Biella nel 1978.

 

Il 1982 vede l’ingresso in azienda dei tre figli di Arnaldo, la seconda generazione della famiglia. Seguono anni di profonda ristrutturazione del mercato e di accentuati cambiamenti di scenario, che portano a una nuova configurazione del Gruppo. Nel 1992 Bardelli acquisisce il Gruppo ICR (Appiani) e nel 1996 il gruppo Gabbianelli-Vogue e la fiorentina Vicano.

 

L’anno 2000 vede la conclusione di un processo di razionalizzazione produttiva a tre stabilimenti, mentre Bardelli spa diventa Gruppo Altaeco. È con una compagine profondamente rinnovata che il brand Ceramica Bardelli può festeggiare i primi cinquant’anni nel 2012 e proprio nel 2022 si festeggeranno i 60 anni.

 

Il 2015 vede l’ingresso in azienda della terza generazione Bardelli, preludio di nuove iniziative e di una nuova visione di Gruppo.

Verso il Futuro:

Il concetto di famiglia sta alla base della filosofia aziendale del Gruppo Bardelli ed esprime tutti i valori di tre generazioni di imprenditori che hanno sviluppato un know-how vasto e articolato che si esprime attraverso la formula vincente delle tre aziende del Gruppo.

 

L’obiettivo del piano strategico di sviluppo è quello di potenziare le competenze di ricerca in un contesto di innovazione, affidabilità, sostenibilità con un approccio di servizio al cliente di stampo consulenziale, offrendo, nel contempo, un catalogo in grado di soddisfare ogni esigenza progettuale e di design con risultati di personalizzazione eccellenti e con collezioni di piccolo e medio formato per interni ed esterni, che sono sinonimo di perfetta armonia tra funzionalità ed estetica e che si caratterizzano per un’elevata componente decorativa a livello di colori, pattern e formati.

 

Il Gruppo Bardelli si rivolge al retail e ai distributori, agli interior designer e agli architetti, valorizzando anche l’approccio al consumatore finale, oggi certamente informato e competente in materia e disposto a investire su un prodotto unico e distintivo. Questo obiettivo si declina sia nel residenziale, con particolare riguardo alle abitazioni private, sia nell’ospitalità di alto livello (boutique hotel, ristorazione e locali).

 

Con una strategia mirata e articolata sui prezzi e sul servizio e una capacità di proposta tipica dei leader di tendenza, il Gruppo Bardelli, nelle sue diverse anime (Ceramica Bardelli, Ceramica Vogue, Appiani), mira a proporsi come l’azienda ceramica italiana per eccellenza nel segmento del design, interpretando e anticipando in modo dinamico e innovativo le tendenze più aggiornate dell’abitare moderno.